breve biografia

Luisa Valenzano è un’artista figurativa di Casamassima (Ba). La sua ricerca pittorica è incentrata sugli stati emotivi di soggetti in conflitto tra equilibrio e contrarietà.

 

Ha conseguito il diploma in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Bari con 110/110 e lode e ha al suo attivo: 4 mostre personali, mostre e concorsi di livello nazionale e internazionale come 1° posto al Premio Gurgos Città di Andria (2000), 3° posto al Concorso “Santa Croce 40 anni dopo” - Santa Croce a Firenze (2006), 1° Premio al concorso “Colori in emersione” ad Aversa (CE) (2009), 2° posto al Concorso “Alda Merini e Guido Bertuzzi” a Milano (2010).

 

Tra le esposizioni collettive si menzionano “Incontrarti – le proposte del premio Vasto” presso Palazzo D’Avalos a Vasto (2007), “Vuotociclo, Le Ceneri della Fenice”, Castel Dell’Ovo, Napoli (2012). Partecipa su invito al progetto di Arte Sacra su una nuova iconografia di Sant’Anna “Credere la Luce” con realizzazione di una Pala d’Altare per la Chiesa di Sant’Anna a Giulianova (Te), patrocinata dalla CEI: l’opera ora fa parte della collezione del Museo d’Arte dello Splendore a Giulianova (2015).

E’ selezionata a più edizioni dell’esposizione internazionale “Human Rights?” presso la Fondazione Opera Campana dei Caduti e sempre a Rovereto: “#Memento” (2014), #EDU (2018) e “The Future’s shape|Women can save the world” (2020).

 

E’ selezionata al 3+10 Prize a Venezia e al Festival Ar[t]cevia ad Arcevia (An) (2018). Nel 2017, 2019 e 2020 è selezionata al Premio Basilio Cascella ad Ortona (Ch) e sempre nel 2019 riceve una menzione speciale al 19° Premio Arte presso la Fondazione di Arti e Mestieri “F. Bertazzoni” a Suzzara (MN). A febbraio del 2020 è vincitrice del 1° Premio Realnart organizzato dalla Galleria Nartist a Gioia del Colle (Ba).